Erbaluce

Erbaluce con sistema di allevamento a pergola.

Erbaluce con sistema di allevamento a pergola.

Per molto tempo si è discusso sull’origine di questo vitigno. Il famoso ampelografo Dalmasso, nella sua opera enciclopedica ufficiale, conclude che si tratti di un vero e proprio vitigno autoctono Canavesano. L’antica dizione Albaluce, frequentemente citata dai libri storici, dimostrerebbe un’origine romana del nome (Alba lux), probabilmente derivato dalla particolare colorazione d’orata con riflessi ramati nell’ultima fase della maturazione.

Famoso è il passo di Giovan Battista Croce (1606): “Erbalus è una bianca così detta come alba perché biancheggiando risplende: ha li grani rotondi, folti e copiosi, ha il guscio o sia scorza dura: matura viene ristita e colorita e si mantiene in sui la pianta assai”. Le principali caratteristiche sono senza alcun dubbio la sua importante acidità affiancata da un contenuto in minerali decisamente elevato tutto racchiuso in una robustissima buccia: record tra le varietà bianche. Queste caratteristiche consentono all’Erbaluce di trasformarsi perfettamente da bianco secco minerale e complesso in bollicine strutturate e dalla lunghissima persistenza per finire in un dolce ed equilibrato passito. Tre esperienze uniche ed esaltate da una grandiosa longevità.